Dottor G. R. Hamer Archives - warmfit
Home  »  Community News  »  Dottor G. R. Hamer Archives - warmfit
Feb
9
Fabio, Sport Masseur
AIRC - assassini senza frontiere
bodybuilding, dieta, Dottor G. R. Hamer, sport, Uncategorized
0

Hamer, e Possibilità di scaricare il PDF de : Le 5 Leggi Biologiche, in 24 pagine

Parola all’autore dell’articolo:

E’ cosa ovvia, per chi ormai ha capito bene  l’essenza delle scoperte Hameriane e Le 5 Leggi Biologiche, che la ricerca sulle mal chiamate malattie, è inutile, vecchia, dannosa, non porta a nulla, ed è un massacro contro delle povere bestiole indifese. Parliamo quindi della sperimentazione su animali vivi.

Lo schifo non ha fine, e le parole che adottano per circuire i malinformati, paurosi, malati di mentre, e analfabeti di ogni tipo… Le parole dell’airc sono molte, e tutte senza senso scientifico, per ingannare i più disinformati… e l’airc nel suo sito ufficiale, cita così: (uno dei suoi tanti deliri)

AIRC – Assassini senza frontiere

http://www.airc.it/cancro/cos-e/come-nasce-tumore/

Troverete anche il dicitore Piero Angela con un video di una ignoranza imbarazzante, sulle cellule “impazzite”. Lui,  che di scienza nulla sa, ma che narra quel che gli viene dato, e ripete a bacchetta, tanto per accontentare il pubblico ingenuo della TV, per non chiamarlo in altro modo.

arriva il delirio dell’airc

La cellula “impazzisce”

” In effetti non si può parlare di un’unica malattia chiamata cancro, ma di diversi tipi di malattie, che hanno cause diverse e distinte, che colpiscono organi e tessuti differenti, che richiedono quindi esami diagnostici e soluzioni terapeutiche particolari. Esistono però alcune proprietà e caratteristiche che accomunano tutti i tumori, e che consentono di tentare una risposta valida – almeno in linea generale – per tutte le forme della malattia. Per usare una metafora, si può dire che ad un certo punto, una cellula dell’organismo “impazzisce” – perde alcune sue proprietà, ne acquisisce altre – e comincia a moltiplicarsi al di fuori di ogni regola.”

AIRC – Assassini senza frontiere

Sono l’autore di questa pagina, riprendo la parola: Grazie alle scoperte Hameriane, abbiamo capito ormai che le cellule non impazziscono, ma hanno un messaggio ben preciso, che appartiene al trinomio inscindibile, PSICHE / CERVELLO / ORGANO 

AIRC – Assassini senza frontiere: Altro delirio (dei tanti), dell’airc:

La risposta della scienza

Per affrontare questo tipo di problematica si è sviluppata un’enorme quantità di lavoro di laboratorio per studiare il DNA e le componenti genetiche che condizionano l’aumentata suscettibilità allo sviluppo tumorale.
Ma c’è anche una scienza specifica – l’epidemiologia – il cui obiettivo è identificare le cause dei tumori e i fattori di rischio associati. Grazie agli studi epidemiologici è stato possibile, per esempio, dimostrare con certezza che il fumo di sigaretta aumenta il rischio di tumore del polmone o che l’alimentazione scorretta contribuisce ad aumentare il rischio di molte neoplasie come quelle dell’apparato digerente e del seno. Attraverso la loro identificazione che è possibile mettere in pratica quella prevenzione che rappresenta uno degli obiettivi più importanti per arrivare alla sconfitta del cancro. O, meglio, dei diversi tipi di cancro.

AIRC – Assassini senza frontiere

Parla l’autore di questo documento:

Il delirio dell’airc e compagnia bella non ha fine. Una enorme quantità di baroni della Scienza, sì, scienziati, ma “fulminati” e non illuminati, ma con i paraocchi, non hanno mai dato importanza ad alcuni messaggi del corpo e dell’anima del paziente, come se ciò che aveva da dire il paziente, non contasse nulla. Il meccanismo che invece fa scattare i cosiddetti onco equivalenti, provengono proprio dall’anima, in un trinomio inscindibile.

Non è in un microscopio che va studiata questa scienza, ma era nel macroscopico, e uno scienziato dal nome G. R: Hamer, tra il 1978 e il 1990, ha effettuato degli studi profondi e senza tregua, sul rapporto che c’è tra il vissuto tragico del paziente prima di ammalarsi, e il tipo di malattia. E’ tutto perfettamente correlato, attraverso Le 5 Leggi Biologiche.

Presentazione della Nuova Medicina Germanica

testamento_nuova_medicina

Definizione di Legge Biologica: Evento scientifico verificabile sempre, su chiunque preso a caso, in ogni dove, in ogni momento, senza margine di errore. Una Legge Biologica, non ha margini di errore.

la medicina ufficiale (con questa spocchia essi si definiscono), si basa su 5.000 ipotesi circa.

E perciò essi vi diranno che secondo un elemento nel vostro DNA, voi erediterete un tumore da un vostro genitore, con una probabilità… che varia dal … 1 al 5% … e perciò… bisogna tenere conto che voi… siente geneticamente portati ad ammalarvi.. e dovete fare donazioni  a questi scassa cani (poveri cani, meglio che non mi ci fate pensare), perché fanno ricerca pura (non è pura, ma gli allievi che studiano nei microscopi, sono per lo più dei leccapiedi dei prima citati baroni fulminati) e uccidono animali vivi MA CON PONDERAZIONE. E soprattutto, per il bene dell’umanità !

Lo schifo non ha fine… I VIP in tutto questo ci mettono la faccia (e si intascano mazzette al nero) nei programmi televisivi. La paura di ammalarsi, il senso di onnipotenza di alcuni esseri umani, è molto disgustoso.

L’autore, admin di warmfit

Fabio Bongini (diretto testimone nel 2009 della veridicità delle scoperte Hameriane,  e studioso delle medesime dal 2007)

Hamer, Home page, Nuova Medicina Germanica

Feb
8
Fabio, Sport Masseur
prof. Veronesi
Dottor G. R. Hamer
0

 

Se siete un po’ esperti del Dott. Veronesi, saprete che non ha mai parlato fino ad ora della connessione tra anima e tumori. Incredibile. Anche se purtroppo non cita mai Hamer (non si è capito se non lo fa perché non lo accetterebbe mai o non lo conosce affatto), parla di rivedere le scartoffie della medicina ufficiale che non aveva mai preso in considerazione di investigare nell’anima del paziente, per chiedergli del suo passato…

Video da non perdere…!

Clicca qui per il video incredibile di Veronesi qualora non dovesse aprirsi al di sopra del testo

 

Feb
8
Fabio, Sport Masseur
Le incredibili dichiarazioni di Umberto Veronesi
Dottor G. R. Hamer, Uncategorized
0

Ecco la vera medicina: le incredibili dichiarazioni di Umberto Veronesi.

Un discorso memorabile di Umberto Veronesi nella giornata nazionale sulla ricerca sul cancro (6 novembre 2014) al quirinale, particolarmente indicato agli scettici delle cure alternative ed ai medici.

Le parole di Veronesi che ascolterete nel video(che vi consiglio di salvarvi prima che lo rimuovano) hanno dell’incredibile, dinnanzi al presidente della repubblica, nella giornata nazionale della ricerca sul cancro, finalmente Veronesi ha la forza o la disperazione di dire la verità, completamente avversa ai criteri riduzionistici e allopatici della medicina ufficiale.
Meglio tardi che mai dr. Veronesi, grazie per questo discorso emozionante ed istruttivo.
Ecco alcuni punti salienti:
“…dobbiamo pensare alla medicina della persona…noi davanti a noi abbiamo la persona, nella sua globalità, nel suo carattere, le sue emozioni, il suo temperamento, le sue aspirazioni, le sue frustrazioni, questa è la persona che dobbiamo conoscere se vogliamo curarla correttamente, quindi credo che sia indispensabile recuperare qualche elemento della vecchia terapia olistica che è andata da 200 anni AC sino ad oggi, un vecchio tipo di medicina checonsiderava però il corpo umano inscindibile, considerava l’uomo. Poi nel 600 sono iniziate le autopsia… ed è incominciata la medicina d’organo”
“…però ha creato una scissione tra il corpo e la mente inevitabilmente… abbiamo tralasciato il tema del pensiero dell’uomo.”

“Quindi bisogna, nella medicina del futuro, ritornare al vecchio pensiero platonico, Platone diceva che bisogna curare l’anima per curare il corpo; l’anima in greco la psychè, bisogna curare il pensiero, il cervello, il modo di sentire le cose… ”

“…la malattia viene percepita e elaborata qui nel cervello, nel pensiero e lì rimane a lungo…  e facile togliere un modulo al seno è difficile toglierlo dalla mente…”
“…bisogna trovare un nuovo rapporto con i pazienti”
“…per avere la sua fiducia,la fiducia del paziente non si ottiene con la firma di un modulo di consenso informato, quello non serve a niente è una forma che serve più al medico per proteggersi dai rischi del futuro, al paziente non serve a niente.”
“…c’è bisogno di dialogo”
“…la forza dell’ascolto è incredibile nei rapporti tra tra medico e paziente… la medicina narrativa…”
“… allora noi saremo dei buoni medicied è soprattutto, a mio parere, una manifestazione d’amore per il malato.”
Feb
8
Fabio, Sport Masseur
Parliamo di cancro senza paura
Dottor G. R. Hamer
0

Informarmi è la cosa migliore che faccio per vincere la paura di ciò che ignoro. Conoscere il problema mi aiuta a fare le scelte giuste riguardo il metodo da usare per la guarigione. Quando non ero consapevole di cosa accadeva al corpo (e anche alla mente) mi sono affidata soltanto nelle mani di altri esseri umani, ma ora sono convinta che sapere è molto meglio: mi consente di guadagnare tempo prezioso e mi rende più partecipe della mia sorte.

Se non mettiamo la Libertà delle Cure mediche nella Costituzione, verrà il tempo in cui la medicina si organizzerà, piano piano e senza farsene accorgere, in una Dittatura nascosta. E il tentativo di limitare l’arte della medicina solo ad una classe di persone, e la negazione di uguali privilegi alle altre arti, rappresenterà la Bastiglia della scienza medica. (Benjamin Rush, firmatario della Dichiarazione d’Indipendenza USA, 17 Settembre 1787)

Dal sito : http://parliamodicancro.blogspot.it/

Incontriamo Sergio Signori, medico internista, omeopata e naturopata, in occasione della prima tappa del suo tour promozionale del libro Siamo guariti dal cancro – Testimonianze di libera guarigione (edito da Nuova Ipsa), che si annuncia già come un best seller.
Copia di foto Sergio
il dott. Sergio Signori, medico internisa e omeopata
Ben mille persone sono accorse ad ascoltare dalla sua voce e da quella di alcuni fra i tanti testimoni del libro, quella verità che da tempo aspettavano di udire: dal cancro si può guarire, come da qualsiasi altra malattia, del tutto spontaneamente.
Un’affermazione niente affatto azzardata, visto che si fonda su conoscenze millenarie, oltre che sulle più recenti scoperte dell’epigenetica, della nuova biologia e della nuova medicina. Ma a dimostrarlo, in questo libro, sono soprattutto le “prove viventi” rappresentate dalle persone guarite nei modi più disparati, scardinando prognosi, protocolli e convinzioni consolidate; a dispetto di diagnosi che in molti casi non lasciavano loro alcuna speranza.
Domanda. Dottor Signori, come le è nata l’idea di questo libro?
Risposta. Naturalmente, mentre mi trovavo in ambulatorio, anche se nessuno dei testimonial del libro è mai stato mio paziente, anche perché io preferisco parlare di “persone” e non di pazienti.
D. Rispetto al cancro, la comunità scientifica è tuttora ancorata a rigidi protocolli, anche per il fatto che il cancro rappresenta innegabilmente un colossale business…
R. Tengo a precisare che il mio libro non vuole andare contro qualcosa o qualcuno. Si limita soltanto a proporre casi di guarigioni spontanee, con l’intento di dimostrare che guarire è possibile, anche più spesso di quanto la medicina ufficiale non sia disposta di fatto ad ammettere.
D. Nel suo libro il lettore troverà anche qualche “ricetta di guarigione”?
R. No, ma avrà la dimostrazione che la guarigione è un potenziale dell’individuo e quindi anche proprio. Nel libro ci sono ventisette testimonianze di guarigione, ma altre mi sono arrivate anche dopo la pubblicazione e continuerò a cercarne, perché è importante continuare a dar fiducia alla gente.
D. Qualcuno, più che di fiducia, potrebbe rimproverarle di seminare illusioni…
R. Non sono io a sostenere una qualche tesi nel libro. Le storie, tutte documentate rigorosamente, parlano da sole. Vi sono casi di guarigione al limite dell’incredibile, con prognosi anche molto gravi e talvolta un’aspettativa di vita di pochissimi giorni.
D. E’ vero che le donne guariscono più facilmente degli uomini?
R. La mia casistica sembrerebbe dimostrare di sì, ma non ne conosco le ragioni. Tra l’altro sono stati pubblicati in altri libri o articoli centinaia di casi di guarigioni spontanee, ma nessuno ha mai ascoltato queste voci.
copertina libro 
D. Eppure il cancro passa ancora per una malattia incurabile… Come mai?
R. Perché la medicina ufficiale sostiene che da soli è impossibile guarire e che occorra comunque seguire un certo iter terapeutico, che il più delle volte prevede l’intervento chirurgico, piuttosto che la chemioterapia, la radioterapia, o l’uso di farmaci molto pesanti. Eppure esistono anche metodi alternativi, a cui i malati oncologici potrebbero affidarsi. I guariti del mio libro hanno seguito le vie più disparate. Ognuno scegliendo ciò che ha trovato più congeniale per se stesso.
D. Che cosa accomuna allora queste guarigioni?
R. La fiducia nella possibilità stessa di guarire. Ricordo la madre di un bambino, la quale si era sentita chiedere da lui: “Mamma, è vero che tu morirai?”. Questa donna riferisce di aver prima convinto il figlio che sarebbe sopravvissuta e di aver poi impiegato i successivi due giorni a convincere di ciò anche se stessa.
D. Quindi possiamo dedurre che nel nostro organismo accade ciò di cui siamo convinti?
R. La nuova genetica, cioè l’epigenetica, sta dimostrano che è proprio così.
C’è anche da dire che la paura è certamente il peggior ostacolo alla guarigione. A ciò si aggiunge il grande problema degli screening di massa e delle sovradiagnosi… Gli esami comunemente proposti per la prevenzione, dalla mammografia, al pap test, al psa, al sangue occulto nelle feci, sono metodi di prevenzione basati sulla volontà di prendere in tempo questo terribile “babau” che minaccia di ucciderci. Peccato però vengano chiamate “cancro” anche alterazioni cellulari che potrebbero benissimo rimanere allo stadio in cui si trovano, se non addirittura guarire. Invece le persone, vengono atterrite e puntualmente avviate verso il solito percorso di interventi, chemio, radio e così via.
cellula_cancerosa
La cellula cancerosa
D. Come medico “integrato”, qual è invece il suo approccio personale alla malattia oncologica?
R. Dopo vent’anni nei reparti di medicina generale, posso dire che noi medici sappiamo bene che esistono veleni e radiazioni potenzialmente cancerogeni, che possono provocare secondi e terzi tumori, ma li consideriamo quasi dei mali necessari. Io però ho una visione unitaria della persona e ne rispetto l’integrità psicofisica. Il mio approccio pertanto è quello di non curare la malattia, bensì la persona stessa, che va considerata anche in relazione all’ambiente in cui vive, ai rapporti che ha, al senso che dà alla sua vita, a ciò che mangia e a tanti fattori che la distinguono. D’altro canto la stessa Organizzazione Mondiale della Sanità raccomanda da decenni l’impiego di medicine non convenzionali, ma la cosa viene ancora puntualmente disattesa.
D. Ha accennato all’alimentazione. Ha davvero un ruolo così importante nella cura del cancro?

R.
Certo, è importante, così come lo è l’ambiente in cui viviamo, ma non in assoluto, perché i fatti provano che non si può generalizzare neanche in questo. Ma aiuta tenere sotto controllo l’acidosi e mangiare cose che ci piacciano e che digeriamo facilmente. Se anche il cibo diviene uno stress, questo non mi guarisce, così come se l’ambiente in cui vivo è inquinato da onde elettromagnetiche. Per guarire infatti ci vuole vita, benessere, piacere…
D. Quindi ciascuno dovrebbe riconoscere semplicemente qual è la propria strada per seguire, in base a chi è e a che cosa gli piace?
R. Esattamente. Come dice Edoardo Bennato nella canzone L’isola che non c’è: “Se ci credi ti basta perché poi la strada la trovi da te”.
bodegon-ecologico
Importante per la guarigione è anche un’alimentazione naturale
D. Non è facile sentir parlare così di cancro un medico. E molte persone non ne parlano affatto volentieri, come se questa malattia fosse un tabù… Invece occorre uscire dall’isolamento, perché un fattore molto negativo è ritrovarsi a gestire da soli lo stress e le ansie della malattia. Molti si sottomettono a cure devastanti, solo per compiacere i propri congiunti e non essere abbandonati. E spesso l’isolamento riguarda anche i medici che tentano strade alternative alle consuete.
D. Il suo libro è incoraggiante, ma è anche vero che di cancro tanti ancora muoiano…
R. In realtà in genere si muore di tutt’altro. Secondo l’epigenetica, si muore per le diagnosi, perché convinti di non avere speranze, perché qualche parente è morto della stessa malattia, per le prognosi di poco tempo e per le parole terribili con cui ci si riferisce alla malattia: evolutiva, maligna, infiltrante, metastatica, terminale, fulminante… Roba da far venire i brividi!
Bruno Groening
Il guaritore tedesco Bruno Groening (1906-1959)
D. Entriamo così in forme-pensiero autodistruttive?
R. Proprio così. E la nostra convinzione ci induce a rassegnarci, ad avere paura, a disperarci, invece che a reagire. Il resto lo fanno poi gli interventi spesso mutilanti e le terapie pesantissime, che spesso uccidono le persone invece di guarirle, come attestato dalle casistiche ufficiali. Ciò nonostante non voglio sconsigliare di farsi operare o di fare la chemioterapia in assoluto, specie se si temono conseguenze peggiori. Però almeno si dovrebbe sostenere l’organismo anche con altre terapie che attenuino i fenomeni tossici delle cure ufficiali. Basta informarsi, per trovarle.
D. Quanto è importante essere seguiti dal medico giusto?
R. La fiducia nel medico è importante, ma non è lui che guarisce, bensì la persona stessa. Perché la guarigione viene da dentro, proprio come la malattia che è qualcosa che avviene nella persona e non al di fuori di essa. Quando guarisce la persona lo fa da sé grazie a quel potenziale che gli antichi chiamavano la vis medicatrix naturae, l’energia guaritrice della natura. Il compito del medico quindi non è altro che quello di aiutare la persona a risvegliare il proprio potenziale di guarigione naturale. I medici inoltre dovrebbero fare rete e cooperare fra loro per il bene di tutti.
D. Parliamo invece della spiritualità. Quanto aiuta nell’affrontare il cancro?
R. La dimensione spirituale è molto importante. E non parlo necessariamente dell’avere un culto o una religione, ma solo una percezione del sacro nella vita. Infatti il mio libro è dedicato ad un grande guaritore tedesco, Bruno Groening, il quale era una figura cristica e guariva come Gesù, chiunque fosse già pronto a guarire se stesso nello spirito e nel corpo.

 

Feb
7
Fabio, Sport Masseur
Accade in Italia: renzi contro l'espertissimo S. Montanari
dieta, Dottor G. R. Hamer, sport
0

Le malattie cardiovascolari, statisticamente quasi raddoppiate rispetto alla normalità. Scoperta statistica svolta in 5 anni di attività dell’inceneritore, sulla popolazione che abita nel dentro il suo raggio d’azione  di 3,5 km. Chiamato eufemisticamente “termovalorizzatore”. Accade esattamente in Italia, il Teatro dell’Assurdo.

Un presidente del consiglio, che si comporta con arroganza ed ignoranza, contro un fisico delle nano particelle di fama mondiale.

cliccare
qui per il dovuto video

ma Non perdetevi Beppe Grillo su Stefano Montanari ! ! ! Clicca qui

 

 

renzi-ciucco     stefano-montanari

 

 

Gen
22
Fabio, Sport Masseur
Le 5 Leggi Biologiche del Dott. Hamer PDF
bodybuilding, Dottor G. R. Hamer, sport, track & field, Uncategorized
1

Le 5 Leggi Biologiche del Dott. Hamer PDF : Una Legge Biologica è un evento scientifico dimostrabile Sempre: In ogni momento; in ogni dove;  su qualsiasi individuo preso a caso (uomo, animale, pianta) ; senza margine di errore alcuno. Una Legge Biologica, è esatta. Non è affatto una teoria. Ed è così che uno scienziato plurilaureato, tra il 1978 e il 1990, ha condotto degli studi straordinari, formulando una alla volta, Le 5 Leggi biologiche, che ci danno un quadro chiaro, esatto, senza margine di errore, su quello che accade tra tre elementi inscindibili: Psiche, cervello ed organo (o tessuto). ( Le 5 Leggi Biologiche del Dott. Hamer PDF)
Le malattie, sono un altra cosa. Hamer ha così scoperto la vera origine di tutte così dette (erroneamente): Malattie. presentazione NMG
Hamer cita Freud poiché quest’ultimo asseriva che noi stessi siamo la causa dei nostri mali. Era una mezza verità.
Al verificarsi di un evento vissuto in modo altamente drammatico, che ci prende in contropiede, ci chiude in costernazione, ci depaupera del nostro buonumore, e non ci mette in condizione di poterlo rivelarlo ai nostri amici più intimi, avviene una risposta biologica. Un SBS: programma Speciale, Biologico e Sensato. Il momento preciso del nostro shock psicologico, viene chiamata la DHS: ovvero, la Dirk Hamer Syndrome; così chiamata in onore del figlio di Hamer, deceduto nelle braccia del padre dopo molte settimane di agonia, poiché vittima di un colpo di fucile sparato da Vittorio Emanuele di Savoia. Quest’ultimo si dichiara innocente e la fa sempre franca, eppure, un video di 10 anni fa, lo incastra, poiché confessa ad alcuni compagni di cella che il colpo partito dal suo fucile, era volutamente sparata per colpire Dirk Hamer ! Di seguito, il video
da: Il fatto quotidiano : http://www.ilfattoquotidiano.it/2011/02/24/il-video-che-incastra-savoia/93668/
da youtube: https://www.youtube.com/watch?v=hU49yXS_YW8
…da notare che
Vittorio Emanuele di Savoia è ubriaco, e quindi, in vino veritas.
Potete farmi le domande che volete, studio Hamer dal 2007 e ne sono un testimone diretto delle sue Leggi, per un evento vissuto in prima persona nel 2009.
Per contro non accetterò comportamenti scientificamente ignoranti, fatti da individui che non hanno la minima cognizione di causa con questo articolo.
Qui potete scaricarvi il PDF de: Le 5 Leggi Biologiche, anche chiamate: Nuova Medicina Germanica.
http://www.warmfit.com/wp-content/uploads/2016/01/presentazione20NMG.pdf

Le 5 Leggi Biologiche del Dott. Hamer PDF

Le 5 Leggi Biologiche del Dott. G. R. Hamer in PDF

Le 5 Leggi Biologiche del Dott. Hamer in PDF Le 5 Leggi Biologiche del Dott. Hamer in PDF Le 5 Leggi Biologiche del Dott. Hamer in PDF Le 5 Leggi Biologiche del Dott. Hamer in PDF Le 5 Leggi Biologiche del Dott. Hamer in PDF Le 5 Leggi Biologiche del Dott. Hamer in PDF Le 5 Leggi Biologiche del Dott. Hamer in PDF Le 5 Leggi Biologiche del Dott. Hamer in PDF

Le 5 Leggi Biologiche del Dott. G. R. Hamer in PDF

il su indicato  grafico è il grafico Hameriano più nitido di come si presenta nel PDF

Le 5 Leggi Biologiche del Dott. Hamer PDF Le 5 Leggi Biologiche del Dott. Hamer PDF Le 5 Leggi Biologiche del Dott. Hamer PDF Le 5 Leggi Biologiche del Dott. Hamer PDF Le 5 Leggi Biologiche del Dott. Hamer PDF Le 5 Leggi Biologiche del Dott. Hamer PDF Le 5 Leggi Biologiche del Dott. Hamer PDF Le 5 Leggi Biologiche del Dott. Hamer PDF  Le 5 Leggi Biologiche del Dott. Hamer PDF Le 5 Leggi Biologiche del Dott. Hamer PDF Le 5 Leggi Biologiche del Dott. Hamer PDF Le 5 Leggi Biologiche del Dott. Hamer PDF   Le 5 Leggi Biologiche del Dott. Hamer PDF Le 5 Leggi Biologiche del Dott. Hamer PDF Le 5 Leggi Biologiche del Dott. Hamer PDF Le 5 Leggi Biologiche del Dott. Hamer PDF   Le 5 Leggi Biologiche del Dott. Hamer PDF Le 5 Leggi Biologiche del Dott. Hamer PDF Le 5 Leggi Biologiche del Dott. Hamer PDF Le 5 Leggi Biologiche del Dott. Hamer PDF

 

Vai alla barra degli strumenti